giovedì 05 maggio 2016 06:55 Età: 3 yrs

ANSV, Rapporto informativo 2015: ancora criticità nell'aviazione turistico-sportiva

Categoria: Aeroporti, Altri scali, Pubblicazioni, Archivio, Dossier, Convegni, Incidenti aerei, Human factor, Piani di rischio, Std ICAO ENAC

 

La situazione emersa ripropone interventi urgenti! A chi spettano? ENAC e/o AeCI?

Il punto dell' Agenzia nazionale per la sicurezza del volo registra un elevato numero di segnalazioni, 3553 eventi di interesse per la sicurezza del volo, superiori rispetto a alle 3118 del 2014. Sono comunque calati gli eventi classificati: 52 (contro 53 del 2014 e 64 del 2013). Gli incidenti e inconvenienti grave indagati con una serie di inchieste hanno delineato anche fattori e cause e concause comuni al fine di emanare eventuali raccomandazioni di sicurezza.

Per quanto concerne l'Aviazione turistico-sportiva ANSV ha riportato la seguente situazione:

"in generale, i fattori all'origine degli eventi occorsi nell'anno 2015 degli aeromobili delll'aviazione turistico sportiva sono stati sostanzialmente i seguenti, riconducibili essenzialmente all'area dello "human factor":

scarsa pianificazione del volo da parte del pilota in termini di verifica delle condizioni ambientali, calcolo appropriato del carburante in funzione della rotta e d elle prestazioni dell'aeromobile, valutazione delel caratteristiche dell'aeroporto/aviosuperfici di destinazione o alternato di emergenza;

incorretta tecnica di pilotaggio durante le fasi critiche di decollo, atterraggio, touch and go. Di particolare rilevanza un incidente occorso durante una manifestazione aerea, che ha determinato il decesso di uno dei due piloti coinvolti in una collisione in volo. L'evento in questione ha costituito lo spunto per l'avvio, da parte di ANSV, di una attività di studio a fini di prevenzione in materia di volo acrobatico e manifestazioni aeree, che ha poi portato all'emanazione di alcune raccomandazioni di sicurezza in materia (in allegato A al presente Rapporto informativo)".

Nell'ambito degli aeroporti e le aviosuperfici invece:

"Anche nel 2015 ANSV ha osservato, alla luce delle evidenze acquisite nell'ambito dell'assolvimento dei propri compiti di istituto, che continuano permanere delle criticità sugli aeroporti cosiddetti minori e sulel aviosuperfici, sui quali andrebbe esercitato una maggior attività di vigilanza.

Le aviosuperfici

Nel 2015 l'ANSV ha aperto 5 inchieste di sicurezza per incidenti/inconvenienti gravi occorsi su aviosperfici:

- 4 per incidenti (in un caso l'incidente è avvenuto su una aviosuperficie occasionale in pendenza e a fondo innevato, negli altri tre casi gli incidenti sono avvenuti su aviosuperfici gestite.

- una per inconveniente grave.

Tre dei quattro incidenti sono avvenuti durante l'esecuzione della manovra di atterraggio ed hanno comportato, in due casi, l'uscita di pista dell'aeromobile. In nessuno degli eventi in questione si sono registrate vittime, a differenza di quanto avvenuto in anni passati.

Proprio alla luce degli eventi ripetutamente occorsi su aviosuperfici, l'ANSV, sul finire del 2015, ha avviato degli approfondimenti per verificarne gli eventuali elementi a fattor comune, anche al fine di valutare se sussistano i presupposti per emanare delle raccomandazioni di sicurezza. In tutte le inchieste condotte negli ultimi anni dall'ANSV in relazione ad incidenti/inconvenienti gravi occorsi su aviosuperfici nazionali è stato accertato che la causa principale degli eventi è riconducibile all'area del fattore umano: in particolare, alle valutazioni fatte ed alle azioni intraprese dal pilota nella fse, sopratutto, di atterraggio. In generale, le criticità ricorrenti consistono in una inadeguata pianificazione del volo, in una inadeguata valutazione delle caratteristiche della pista dell'aviosuperficie e dell'orografia/ostacoli circostanti, in una inadeguata conoscenza delle prestazioni dell'aeromobile impiegato. In tale contesto, in particolare, si segnalano i seguenti fattori, che, in più di un caso, hanno contribuito non soltanto a causare l'incidente, ma anche ad aggravare l'entità dei danni subiti: caratteristiche fisiche della pista, assenza di aeree di sicurezza in prossimità delle testate pista, installazione di delimitatori di bordo pista difformi da quanto disposto dalla normativa vigente in materia. Proprio per mitigare tali criticità l'ANSV era già intervenuta emanando alcune raccomandazioni di sicurezza.

Fermo restando quanto già raccomandato in passato dall'ANSV, quest'ultima ritiene che sia opportuno, in un'ottica di prevenzione, intervenire sulle vigenti disposizioni normative, sia per quanto concerne l'addestramento dei piloti che operano su aviosuperfici, sia per quanto concerne i requisiti che debbono avere le aviosuperfici stesse affinché le operazioni vi si svolgano in completa sicurezza. Su questi aspetti si sta concentrando l'attenzione dell'ANSV, proprio al fine di valutare se sussistano, come già detto, i presupposti per emanare delle raccomandazioni di sicurezza."