giovedì 01 agosto 2019 13:42 Età: 76 days

Aeroporto Malpensa, dal 1 Agosto torna l'alternanza delle piste

Categoria: Aeroporti, Malpensa, Safety Security , Archivio, Dossier, Ambiente, Imp. acustico, Imp. gassoso, Piani di rischio, Std ICAO ENAC

 

Troppi ritardi? E' il fallimento delle operazioni “single runway?

Dal 1 Agosto, ENAC ha deciso, è stato ripristinato l'utilizzo alternato delle piste. Quale la ragione? Le motivazioni di “safety” imprecisate che avevano deciso di esautorare la delibera della Commissione Aeroportuale ENAC sono state superate? Gli interrogativi in questo ambito sono molteplici e le risposte, quando formulate, non sono condivisibili. Qualcuno sostiene che le promesse davanti al Prefetto, le proteste dei sindaci sottoposti ai decolli dalla 35 Destra, ovvero sui Comuni di Arsago, Mezzana di Somma Lombardo, Casorate, Cardano e Gallarate hanno prevalso, appaiono del tutto cavillose.

Il sindaco del Comune di Casorate Sempione, autore dell'Ordinanza (leggibile in coda a questa nota) si prende il merito dell'interruzione dei decolli dalla pista 35 Destra, ma le questioni irrisolte sono sempre le stesse.

Quanti sono i voli/movimenti giornalieri alla Malpensa? Possibile che alcune giornate siano superiori a 1000 a fronte di una media di 900? La mancanza di uno scenario di impatto acustico corrispondente all'operatività con alternanza delle piste e con mono utilizzo delle singole piste non è stato ancora presentato ai cittadini. Manca altresi uno scenario di isorischio (rischio terzi) per voli con l'alternanza dei voli e di single-runway-operation.

L'assetto lay-out di piste, raccordi, rullaggi e posizione delle due aerostazioni (Terminal 1 e 2) non agevolano la movimentazione a terra rima dei decolli e dopo gli atterraggi e le media dei ritardi dei voli potrebbe essere all'origine del ritorno alle operazioni di volo con piste alternate . Con una speranza: che i ritardi medi dei voli, in arrivo e partenza risultino inferiori a quelli registrati in queste cinque ultime giornate. Le prime dei tre mesi del trasloco da Linate.

ORDINANZA DEL SINDACO 

Ordinanza n. 33 del 30/07/2019 

OGGETTO: ORDINANZA PER IL SUPERAMENTO DEI LIMITI DI RUMORE 

IL SINDACO 

Vista la comunicazione prevenuta in data 24/07/2019 , prot. n± 0088266-P da parte di ENAC -  M M firmato da Dott. M assim o Bitto, a m ezzo della quale veniva disposta una ulteriore misura di  mitigazione e cioè che fino alle ore 24:00 del 5 agosto p.v. è prescritto l’utilizzo dello scenario  operativo a piste bloccate: atterraggi pista 35L e decolli pista 35R. 

Vista, altresÌ, la nota riferita alla riunione della Commissione Aeroportuale istituita ai sensi del D.M.  31/10/1997 art.5, tenutasi il giorno 21 giugno u.s, con la quale si comunicava che a seguito delle  analisi di safety, condotte dall’apposito team ENAC ed in esito alle riunioni con Rappresentanti  qualificati ENAV, lo scenario è stato approvato. 

Ritenuto che la com unicazione di cui sopra, pervenuta in data 24/07/2019, modifichi in modo  importante lo scenario approvato dalla C om m issione Aeroportuale, disattendendo ogni accordo  preso, espone la cittadinanza ad un elevato rischio per la salute causato dallìaum ento delle emissioni  in atmosfera ed a dichiarati continui e rilevanti disturbi di natura acustica, causati dallìintensificarsi  dei voli con atterraggio e decollo dalla pista 35R , dellìaeroporto di Malpensa, situata nel com plesso  dei Comuni di Casorate Sem pione, Cardano Al Campo, Ferno, Lonate, Samarate e Somma Lombardo. 

Rilevato che, come noto, la notoria presenza di un aerodromo, risulta che le emissioni acustiche prodotte dal medesimo impianto eccedono il limite differenziale di cui allìart. 6 del D PC M 1.3.91 e art. 4 ó D PC M 14.11.97, mentre in alcune fasce orarie lo scalo registra il superamento del limite assoluto di emissione ó art. 2 e alleg. 2, tab. B ó D PC M 14.11.97; 

Considerato che quanto sopra costituisce inquinamento acustico che determina implicazioni sanitarie con pregiudizio della salute pubblica; 

Visto il DPCM 14.11.97, nonché Í'art. 9 della legge 447/95; - Visto l'art. 50, 5± comma del D .Lgs. 18.08.2000, n. 267; 

ORDINA 

All'ENTENAZIONALE PER L'AVIAZIONE CIVILE con sede legale a Viale Castro 

Pretorio, 118 - 00185 – Roma - Codice Fiscale 97158180584 nella persona del legale  rappresentante, nonchè al Direttore Generale, D ott. Alessio Quaranta quanto segue: 

1. di adottare con effetto immediato nelle modalità operative previste nello scenario cosÌ come modificato con la comunicazione del 24/07/2019 , prot. n± 0088266-P,  tutti gli accorgimenti necessari a limitare le emissioni rumorose, in particolare  riguardo alle aree confinanti con le abitazioni; 

2. di predisporre e trasmettere a questo Comune, entro e non oltre quindici giorni dalla notifica della presente ordinanza, un piano di bonifica redatto da un tecnico  competente in acustica ambientale, che descriva dettagliatamente gli interventi finalizzati alla riduzione del rum ore in m odo da rispettare i limiti di legge,  avvertendo che comunque, entro sessanta giorni dalla notifica della presente ordinanza, dovranno essere realizzati tutti gli interventi necessari a ricondurre le  emissioni acustiche entro i limiti stabiliti dalla normativa vigente; 

3. di trasmettere contestualmente copia del piano di bonifica di cui sopra anche  all'ARP.A. LOMBARDIA 

MANDA 

All'Ufficio Messi Comunale

a) alla notifica del presente provvedimento al legale rappresentante dell'Ente N azionale per  l'Aviazione Civile obbligata come meglio distinto nella parte dispositiva; 

b) alla trasmissione all'A.RP.A. LOMBARDIA, con richiesta di esprimere un parere tecnico sulle  modalità· di intervento previste dal piano di bonifica presentato dell'Ente N azionale per l'Aviazione  Civile e quindi di accertarne la conformità ai limiti di legge; 

c) alla trasmissione all'A.T .S. dellìINSUBRIA; 

d) alla trasmissione al Corpo di Polizia Locale di Casorate Sempione. 

Si comunica che, ai sensi dell'art. 3, com m a 4 della legge 07.08.1990 n. 241, avverso il presente provvedimento può essere presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale di Milano da notificarsi a questo Comune entro il termine di 60 giorni dalla data di notifica della presente. 

IL SINDACO Dimitri Cassani