venerdì 02 agosto 2019 10:55 Età: 75 days

Aeroporto Peretola, la Regione inoltra ricorso al CdS, ENAC invece lo ritira

Categoria: Aeroporti, Firenze, Archivio, Dossier, Ambiente, Convegni, Imp. acustico, Imp. gassoso, Piani di rischio, Std ICAO ENAC

 

Iniziative pro-e-contro quella pista di 1920mt!

Sono passati meno di 10 giorni e dopo che lo scorso 25 luglio 2019 Toscana Aeroporti S.p.A. Aveva notificato il ricorso presso il Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR Toscana, Sez. I, del 27 maggio 2019 n. 793, che annullava il Decreto di giudizio favorevole di Valutazione di Impatto Ambientale per il progetto del nuovo Master Plan 2014-2019 di Firenze, ecco che anche il presidente Enrico Rossi annuncia la stessa procedura di ricorso della Regione Toscana al Consiglio di Stato.

Nessuna novità quindi, in attesa che anche il Sindaco Nardella, per conto del Comune di Firenze, diventi il terzo soggetto avverso alla sentenza del TAR.

L'anomalia in questa operazione di “opposizione” è invece rappresentata dall'ENAC. Con una nota stampa si sgancia, infatti, da un scontato allineamento, peraltro avviato, per l'impugnazione di una sentenza avversa al nuovo masterplan e alla nuova pista di Peretola di 2400 metri (meno 240+240 mt di RESA) ovvero di una pista di soli 1920 metri.

Ecco il testo del Comunicato Stampa n. 50/2019ENAC:

L’Ente nazionale per l’aviazione civile rende noto di aver richiesto all’Avvocatura dello Stato di ritirare l’appello, erroneamente presentato dall’Ente, avverso la sentenza del Tar Toscana con la quale è stato disposto l’annullamento della Valutazione di impatto ambientale (Via) in merito al master plan dell’aeroporto di Firenze. Decisione disposta in quanto l’impugnazione era relativa ad un atto non emanato dall’Ente.