martedì 02 luglio 2019 15:42 Età: 134 days

1 Luglio, Bombay/Mumbai, Boeing 737-800 fuoripista in atterraggio

Categoria: Aeroporti, Altri scali, Aerobasi, Safety Security , Archivio, Dossier, Incidenti aerei, Human factor, Piani di rischio, Comitati

 

Quale sarebbe risultato lo scenario nelle piste affossate nelle città storiche?

Poco prima delle mezzanotte, 23.51 Locali Time, un aeromobile della Spicejet B738, immatricolato

VT-SYK, volo SG-6237 da Jaipur a Mumbai (India), dopo aver atterrato sulla pista 27, in condizioni meteo di forte pioggia, ha fermato la sua corsa 160 metri oltre il fine pista stessa.

Il ruotino anteriore della fusoliera è collassato. I passeggeri e l'equipaggio non hanno riportato ferite e/o contusioni, e sono sbarcati con mezzi esterni, senza l'ausilio di una evacuazione rapida dagli scivoli.

Il velivolo ha riportato danni sostanziali alla struttura. La constatazione da porsi è che in presenza di piste lunghe e con spazi di safety adeguati anche un fuoripista non si risolve in un disastro aereo, come potrebbe, invece, avvenire per atterraggi/decolli su piste di 2000-2400 metri di lunghezza senza gli spazi standards di RESA di 240 ed EMAS di arresto. Indispensabili sono, anche, spazi di sedime adeguati e terminal passeggeri distanziati dalle piste di volo.