sabato 02 novembre 2019 11:12 Età: 19 days

Canada, interviene con una AW sulla flotta Airbus 220-300

Categoria: Safety Security , Archivio, Dossier, Pubblicazioni, Incidenti aerei, Human factor, Std ICAO ENAC, Aerolinee

 

Il provvedimento emanato a 20 giorni dal blocco a terra degli A 220-300 in Svizzera

Con la nota “Flotta Airbus A220-300 Swissair: a terra per ispezioni ai motori”, proposta da Aerohabitat lo scorso 17 Ottobre 2019 ecco, finalmente, che anche il Regulator Transport Canada ha emanato una Emergency Airworthiness Directive (AD) per limitare l'utilizzo di specifici “power settings” sui propulsori installati sulla flotta canadese Airbus A220. Ma se il precedente provvedimento svizzero era avvenuto a seguito di due “avarie” stavolta le “avarie” sarebbero diventate tre.

La flotta mondiale A 220-300 è di ben 463 velivoli 123 serie -100, 339 serie -300, e le iniziative delle agenzia Svizzera e Canada riguarda ancora una minoranza di velivoli, a fronte dell'iniziale all'Airworthiness Direcitive - AD della FAA-USA. La Federal Aviation Adminsitration del 26 Settembre, i propulsori serie Pratt & Whitney P&W PW1500G che equipaggiano la flotta globale non sarebbero stati del tutto “ispezionati”.

I tre incidenti, ovvero lo spegnimento in volo degli stessi propulsori, sono avvenuti rispettivamente lo scorso 25 Luglio, il 16 Settembre e il 15 Ottobre 2019 sulla flotta Airbus 220-300 (che volavano anche come Bombardier CSeries 300) con Pratt & Whitney PW1524G-3) sarebbero stati causati dall'avaria/anomalia del “low-pressure compressor (LPC)), del primo rotore, danneggiando l'intero propulsore.

Lo scorso 26 Otttobre con l'emanazione del AD ha, come misura cautelativa, con un aggiornamento del Aircraft Flight Manual (AFM), l'impiego del motore ad un limite del 94% del settaggio, a quota superiori a 29.000 piedi di quota. Basterà?