giovedì 26 settembre 2019 14:50 Età: 20 days

Aeroporto Peretola, dalle prescrizioni, allo stop: un masterplan improponibile

Categoria: Aeroporti, Firenze, Archivio, Dossier, Convegni, Ambiente, Imp. acustico, Imp. gassoso, Piani di rischio, Std ICAO ENAC

 

Decisivi i Regolamenti ENAC, EASA e ICAO!

Dalle 142 prescrizioni che avevano, comunque, ottenuto un primo OK dal ministero, al TAR Toscana che aveva cancellato la V.I.A. della nuova pista, al ricorso al CdS di Toscana Aeroporti, a quello della Regione e al ritiro della stessa ENAC, lo scenario e le prospettive di Peretola non sembrerebbero ancora risolte.

Con il nuovo Governo Conte 2 i media ripropongono la ripresa delle iniziative sulla nuova pista di 1920 metri. Possibile?

Se le considerazione rimandano con prepotenza, legittimamente, alle inevitabili ricadute ambientali, ma quello che non sembrerebbe emergere, tuttavia, è l'improponibilità di una tale masterplan.

L'impercorribilità è associata alle normative di ENAC, EASA ed ICAO.

“Il Regolamento per la costruzione e l'esercizio degli aeroporti prescrive i requisiti, in materia di sicurezza delle operazioni, per l'emissione ed il mantenimento della certificazione degli aeroporti. Esso richiede la certificazione degli aeroporti utilizzati per attività di trasporto pubblico con velivoli di massa massima al decollo superiore a 5700 Kg o con 10 o più posti passeggeri”.

Nei Capitoli da 1 a 5 - Edizione 2, Emendamento 9 del 23 ottobre 2014 , Capitolo 6 - Edizione 2, Emendamento 5 del 23 settembre 2008 , Capitoli da 7 a 11 - Edizione 2, Emendamento 9 del 23 ottobre 2014, il progetto ex-novo di una pista come quella di Peretola è, infatti, del tutto escluso.

Anche il REGOLAMENTO (UE) N. 139/2014 DELLA COMMISSIONE del del 12 febbraio 2014 che stabilisce i requisiti tecnici e le procedure amministrative relativi agli aeroporti ai sensi del regolamento (CE) n. 216/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio non lascia spazi alle presentazione di una infrastruttura aeroportuale del genere. Perchè insistere?

Il programma del nuovo Governo, nel pacchetto delle Grandi Opere, sembrerebbe aver ripescato del Giglio Magico, l’iter di realizzazione della nuova pista di Peretola (Firenze).