mercoledì 14 ottobre 2020 18:38 Età: 10 days

Aeroporto Ciampino, focus da “Impact of aircraft noise pollution on residents of large cities”

Categoria: Aeroporti, Ciampino, Archivio, Safety Security , Dossier, Pubblicazioni, Ambiente, Low cost, Imp. acustico, Std ICAO ENAC

 

Studio del “Policy Department for Citizens' Rights and Constitutional Affairs” richiesto dal “Committee on Petitions”

Nelle 64 pagine del “STUDY Requested by the PETI committee” coordinato dal Parlamento Europeo, datato Luglio 2020, è stata proposta “una panoramica chiara e semplice al lettore inesperto, sull'impatto dell'inquinamento acustico degli aeromobili residenti di grandi città, oltre a fornire raccomandazioni rivolto agli attori più rilevanti.

Il rumore è uno dei problemi più importanti legati all'aviazione. Una realtà che rileva lo Studio “può portare a problemi di salute, nonché a problemi sociali e negativi effetti economici. Esempi di problemi di salute prodotti dall'aviazione sono disturbi del sonno, fastidio della comunità, cardiovascolare malattia e problema di salute mentale”.

Il focus sull'aeroporto di Ciampino è stato identificato con la Petizione n ° 0112/2015, con la seguente illustrazione:

“ Aeroporto di Roma Ciampino

Ciampino è uno dei due aeroporti che servono la città di Roma, insieme a Fiumicino. Entrambi gli aeroporti seguire una tendenza familiare vista nelle grandi città di tutta Europa. L'aeroporto principale (in questo caso Fiumicino) è di solito si trova a una distanza significativa dal centro della città. L'aeroporto secondario originale (Ciampino) è solitamente più vicino alla città e tende a gestire più voli charter e operatori low cost.

Questa petizione si lamenta principalmente della vicinanza del fuggitivo alla zona residenziale più vicina. Chiede trasparenza e valutazione dell'impatto dell'aumento del traffico aereo sugli abitanti locali salute e azioni di mitigazione.

È stato osservato un aumento del numero di voli in questo aeroporto.

L'aumento delle compagnie aeree a basso costo, i movimenti degli ultimi decenni possono spiegare la forte attrazione che mantiene l'aeroporto di Ciampino.

Questa la situazione che potrebbe tuttavia cambiare con la recente crisi del COVID-19 poiché è probabile che a basso costo le compagnie limiteranno progressivamente i voli a corto raggio / nazionali per concentrarsi sul medio e lungo raggio.

La situazione dell'aeroporto di Ciampino non può essere considerata isolatamente. È uno dei due aeroporti che servono il città di Roma. È l'aeroporto originale che serve Roma dal 1916 e come molti dei primi aeroporti sviluppati che servono le principali città europee, si trova relativamente vicino al centro della città. Adesso è Roma aeroporto secondario, con gran parte della sua attività incentrata su vettori low cost come Ryanair e Wizz

Impatto dell'inquinamento acustico degli aerei sui residenti delle grandi città.

PE 650.787 19 Aria.

Probabilmente gran parte dell'attrazione dei vettori low cost per i potenziali passeggeri è la vicinanza di dall'aeroporto al centro città (17 km), mentre l'aeroporto di Roma Fiumicino è a 30 km dal centro città.

Quindi, c'è chiaramente un compromesso tra facilità di accesso e potenziale impatto sull'ambiente circostante popolazione.

Fiumicino è l'aeroporto più grande e ha migliori servizi di trasporto rispetto all'aeroporto di Ciampino con un collegamento diretto linea ferroviaria che porta i passeggeri a Roma in 32min rispetto ai 45min da Ciampino. Anche se Gli aeroporti di Fiumicino sono stati aperti nel 1960 con l'idea di deviare i movimenti dall'eccesso di saturazione

Aeroporto di Ciampino, la situazione è che i movimenti sono ancora raddoppiati in sei anni.

Entrambi gli aeroporti seguono una tendenza familiare vista nelle grandi città di tutta Europa. Il primario (spesso più recente) l'aeroporto di solito si trova a una distanza significativa dal centro della città. L'originale (e spesso più piccolo)

L'aeroporto secondario è solitamente abbastanza vicino al centro della città e di solito ha un traffico più charter voli e operatori low cost, che possono essere gestiti in modo più indipendente rispetto alla logistica di un classico modello hub and spoke che le maggiori compagnie aeree (compagnie di bandiera nazionali) adottano, con la necessità implicita di assicurare una connettività di rete più ampia.

L'aumento dei movimenti di compagnie aeree a basso costo negli ultimi decenni può spiegare la forte attrazione che questo aeroporto mantiene. Con la recente crisi del COVID-19, ora potrebbe emergere un futuro diverso per l'aviazione rispetto a quanto anticipato solo pochi anni fa. È probabile che le aziende a basso costo lo faranno progressivamente limitare i voli a corto raggio / nazionali per concentrarsi sui voli a medio e lungo raggio. In un articolo su The

Guardian, in data 01/05/2020, il CEO di Ryan Air, Michael O'Leary, ha dichiarato la momentanea chiusura di un numero di basi in Europa fino alla ripresa del viaggio aereo, che potrebbe estendersi fino al 202231. Allo stesso tempo, Wizz Air, che stava lanciando una nuova filiale quando è scoppiata la crisi del Covid-19, (Wizz Air Abu Dhabi), continuerà a concentrarsi sul suo sviluppo. La compagnia aerea low cost ungherese ha annunciato diversi tagli con a riduzione della forza lavoro del 19%

Alcuni attori del settore delle compagnie aeree prevedono anche che, considerando il

situazione globale attuale, i prezzi bassi non sarebbero più necessariamente sufficienti per far ripartire i passeggeri. I passeggeri hanno bisogno della garanzia che la loro salute sia curata. Bill Franke, una compagnia aerea a basso costo sostenitore e presidente di Wizz Air dal 2004, stima che nel tempo arriverà il modello delle compagnie aeree ritorno ai modelli tariffari tradizionali.

Nel frattempo, molte altre società legacy hanno espresso il loro intenzione di ridurre i voli interni e il corto raggio. (Esempi sono Austrian Airlines e Air FranceKLM).

Questo aspetto potrebbe ribaltare la situazione e diminuire l'appeal che l'aeroporto di Ciampino ha per i passeggeri.